Mapping condiviso

Tendiamo a realizzare una vera e propria piattaforma di mapping collaborativo: uno spazio nel quale sia possibile per chiunque rilevare su tutto il territorio regionale gli spazi abbandonati o temporaneamente inutilizzati e caricarli sulla mappa condivisa. Lo strumento utilizzato per il mapping è My Maps di Google, semplice ma potente gestore di mappe e relativi database. Ad ogni elemento in mappa è possibile assegnare un record con un buon numero di campi, comprese immagini.

Nel caso della mappatura dei Vuoti, si è realizzato in parallelo, in ambiente QGis[1], un database con record contenente i seguenti campi:


[1] In particolare, la versione 3.10.5-A Coruña, LTR