SOME PREFER CAKE Festival

Some Prefer Cake Festival

Se non è SComoda non è la noStra rivoluzione

7ª Edizione ⋅ 18-22 Settembre 2013, Bologna

Some Prefer Cake anche quest’anno prende corpo in uno sguardo lesbico fiero e intenso: Aurélie Lemanceau, attrice e performer franco-inglese testimonial di questa edizione. L’anno scorso il racconto e le opere di Zanele Muholi ci hanno fatto approfondire il tema dei crimini d’odio verso le lesbiche nere sudafricane e proprio a loro dedichiamo questa edizione del festival.

Quest’anno la Carte Blanche dedicata alla Cina, curata da Marie Vermeiren, ci offre un altro scorcio su un mondo di lesbiche che resistono, con inventiva ed entusiasmo, con strategie di guerrilla festival e flash mob, all’imposizione del silenzio. Lesbiche, gay e trans infatti sono scomodi quando sono visibili, quando producono e promuovono cultura diversa, quando invece che richiedere di essere un soggetto integrato ed emulare la normalità affermano la propria differenza, si raccontano e così facendo (ri)costruiscono la propria storia.

In questo contesto significativa è la retrospettiva di quest’anno, che vede nostra ospite Cheryl Dunye, autrice cult della cinematografia lesbica, che negli anni ’90 ha dato voce al bisogno di rappresentazione delle lesbiche afroamericane, mixando in maniera creativa lo stile narrativo e quello documentario.

E come sempre SPC allarga il suo sguardo alle tematiche di genere. Anche i milioni di vedove di cui ci parla Cartografía de la soledad, infatti, sono scomode. In particolare, in quanto donne sole, sono scomode se resistono, se prendono consapevolezza di sé e sfidano il sistema che le vuole fuori dalla società, senza un significato perché senza un uomo.

Some Prefer Cake fa la sua parte per dare voce e visibilità alla nostra cultura, con la strategia dell’arricchimento e della crescita: 5 giorni intensi e tutti nostri, con 51 film, 21 prime, di cui 8 europee, 3 mostre fotografiche, 2 presentazioni di libri, 1 spettacolo di danza, 1 performance teatrale, 1 concerto, incontri con autrici e tavole rotonde, 2 webserie italiane, l’official party, aperitivi in giardino e tanto altro ancora.

E ricordiamoci sempre che per fortuna le lesbiche resistono anche ridendo: Heterosexual Jill e Who’s Afraid of Vagina Wolf? sono due commedie esilaranti che ce lo dimostreranno. Evviva!
Buone visioni

SOME PREFER CAKE FESTIVAL

SPACE

The Sweet Life Society Show

16 Novembre 2013, open 19:30 live 22:30
Sorting For Different Arts Center, Senza Filtro.
Via Stalingrado 59, Bologna, Italy. Tiket 5E

The Sweet Life Society Show

The Sweet Life Society:

The creaking sound of old school vinyl is not enough for the eccentric band “The Sweet Life Society”; the talented group that mix contemporary tunes with old school “Cotton Club”, re-styling the “Swing Music Culture” into a mix of electronic sounds, while also adding the performance of live instruments from the best “Torinese” Jazz scene.

The two producers of this new music project – Gabriele Concas and Matteo Marini – perform live accompanied by an eclectic ensemble made up live singing and scratching, manouche guitar and wind instruments such as a trumpet, sax and clarinet.

In 2010 they published “Dibilidong” appears for courtesy of the french label Wagram, in the prestigious Electro Swing compilation, furthermore the track appears on “Happy electro swing jazz year”, a compilation edit by Rambling Records for the japanese and korean market.

After the released of the 7″ inches “Bam Bam” with Resense in 2011, they bring out their first single for the italian market “My Sound”, with very special guests “Le Sorelle Marinetti”.

They have been touring in the last 2 years all over Europe, and they are now working on their first album, produced by BMG, that will be released in 2013.

OFFICIAL WEB SITE  http://www.thesweetliferecords.com
FACEBOOK  www.facebook.com/thesweetlifesociety
SOUNDCLOUD http://soundcloud.com/thesweetlifesociety

Partner Senza Filtro Bologna

Senza Filtro Sorting for Different Arts Center

Fiesta de Inauguraciòn → ELECTRONIC SWING ORCHESTRA

4 e 5 Ottobre 2013, dalle 18 alle 23:00
Sorting For Different Arts Center, Senza Filtro.
Via Stalingrado 59, Bologna, Italy

Planimetrie Culturali con il Patrocinio del Quartiere San Donato, Comune di Bologna

Gusto Nudo Bologna 2013

“dopo un anno esatto dall’attivazione a Bologna, del più grande Centro Sociale Nazionale da parte dell’ Associazione Palnimetrie Culturali”, ecco due open day informativi.

nate o entrate nel 6° progetto di “Custodia Gratuita di Spazi Temporaneamente in Disuso” proposta da PlaQ, le associazioni della Rete Senza Filtro si presentano alla città che potrà valutare i risultati ottenuti dalla “Bonifica Culturale”

Guest From Berlin
ELECTRONIC SWING ORCHESTRA

Free admission.

Mostre/Performance/Spettacoli/Laboratori

Live Show ore 22:30

OPEN SPACE DALLE 18: ALLE 23
SPAZIO TATA

PICCOLO FORMATO
venerdi alle 18:00 in chill out, aperitivo e live
“ESPRESSO NOTTE” Simone Martinetto e Antonio Giallella
alle 19:00 inaugurazione sede
Mostra Fotografica “TRASMIGRAZIONI” di Virgina Farina
sabato dalle 18 alle 22 happy hours in Camera Oscura

VVVB SPAZIO ESPOSITIVO
Dal 4 al 30 ottobre Dal giovedi alla domenica dalle 19:30 alle 23:00
Esposizione di Ermes Bichi e Alessandra Frisan

SALOTTO SPACE

dalle 18:00 [Sur]Passing > Mostra fotografiCa di Lola Flash (New York)
dalle 18:00 Switcheroo >
Mostra fotografica di Hana Pesut (Canada)
Dalle 19 inaugurazione del salotto_caffetteria SPaCe

HOSTEL
Info point Network Use-It Europe,
distribuzione Mappa Giovani Viaggiatori

SALA POSA

LABORATORIO GREENGO

4 e 5 ottobre, la GreenHall sarà una showroom dove legno, carta, terra e piante si uniscono per ricreare il primo spazio GreenGo: installazioni e arredo espositivo, libri di tutti i generi, gadget rigorosamente artigianali e riciclati. Colonna sonora Jonotrucupas, tecnica e sentimento in acustico

LABORATORIO HUMI

TILT – MUSEO FLIPPER (NEW ROOM)

RELAX HANDMADE

CHILL OUT

SALE PROVA

WEB RADIO

AREA ST59
Skate – Rollers – Bikers – Parkour
Tessuti Aerei –  Basket

FOOD STREET
SOCIAL TAVERN from 19.30, reservation tables 3471321000

INGRESSO LIBERO
SPAZIO SOGGETTO A TESSERAMENTO ASSICURATIVO
info@planimetrieculturali.org

Senza Filtro Sorting for Different Arts Center


"What a trip!" Concerto più 8 hands djs set

1 Novembre 2013, Sorting for Different Arts Center, Via Stalingrado 59, Bologna, Italy.

L’ Ass.zione Our Way con il supporto di  Planimetrie Culturali
per sovvenzionare il progetto Useit Bologna

Il progetto Use-it Bologna è un progetto di turismo sociale, realizzato con il contributo parziale del Comune di Bologna, promosso dell’Associazione di Promozione Sociale “Our Way”.

Il progetto consiste nella realizzazione di una guida per i backpackers e gli studenti che giungono per la prima volta in città. La pubblicazione Use-it è concreta, esaustiva e allo stesso tempo spiritosa, la guida, redatta in inglese, racchiude tutte le informazioni necessarie per conoscere e apprezzare Bologna in tutte le sue sfaccettature.

Al suo interno sono descritti cento luoghi della città, suddivisi in cinque categorie (sightseeing, food, bar, going out, shops) , raccontati da coloro che meglio li conoscono, i giovani del posto. La scelta viene fatta in maniera del tutto indipendente: nessuno dei luoghi scelti paga per essere inserito nella pubblicazione. Nelle quattro sezioni aggiuntive, inoltre, vengono presentati stili di vita dei giovani che vivono in città (Act like a local), storia (5 minutes of History), luoghi d’interesse nelle immediate vicinanze (Around Bologna) e informazioni pratiche (Practical Info).

Il progetto Use-it Bologna rientra nel più ampio circuito Use-it Europe (www.use-it.travel), network a cui aderiscono ben 26 città europee nato con l’intento di diffondere un nuovo modo di concepire le guide turistiche e per favorire la conoscenza delle città da parte dei giovani viaggiatori grazie ad un approccio loro più familiare e attrattivo.

DRUNKEN BUTTERFLY Live 22:30

Ci sono band che scelgono il proprio nome ispirandosi a una canzone di propri beniamini, un personale tributo verso gruppi che hanno avuto una certa importanza nella vita e nei gusti musicali di questi musicisti. Alla fine dei 90 tre giovani maceratesi scelsero i Sonic Youth come maestri da onorare, chiamando il proprio gruppo “Drunken Butterfly”, proprio come la canzone presente nell’album “Dirty”. Anche i suoni erano su quella direzione noise, resi però melodici da un’altra importante influenza come quella dei Marlene Kuntz. Tempi lontani ormai poiché la band marchigiana ha avuto, nel corso del tempo, cambi di line-up, cambi di etichetta discografica, mutazione di suoni e l’incisione di ben quattro album.

DB http://drunkenbutterflyband.blogspot.it/

a seguire:

Dj set a 8 mani in back-to-back: BLEMER, CIGNO, HARTMANN, MCD, REDD.


PlayMob è un progetto unico nel suo genere: è un dj set ad otto mani in cui quattro dj suonano costantemente in linea con lo spirito di un gruppo musicale, accompagnati dal loro vj.
L’idea nasce nel 2009 come collaborazione tra Hartmann, Bubu (dj storici cuneesi entrambi militanti in Betulla Records), Cigno e Mcd (esponenti della nuova scena locale rispettivamente con i progetti 2Face e Dveight per Betulla Records): l’intento è quello di portare nuova musica in giro per i club con un fattore scenico parallelo a quello musicale, grazie all’interazione tra di essi e le proiezioni autoprodotte del vj e visual maker Redd.
La collective ha affrontato svariati palchi e club a suon di dubstep, electrofunk, drum’n’bass, house e future bass. Playmob è fondatore del progetto Alp me! e ne fa parte in quanto direzione artistica con Inedia ed Undergranda.
Il dj set ad otto mani più caldo della penisola. Ora puoi dirlo, il dj suona!

Playmob : (www.playmob.it)

SUPPORT/TICKET 5 Euro dalle 22:00, Centro soggetto a tesseramento.

SOCIAL TAVERN From 19:30 (table 3471321000